Letteratura e critica - Libri d'arte
Il lavoro dell'artista è il continuo scavo nel mistero Francis Bacon

LA BELLA DI MONZA VII edizione

Condividi:
Share

LA BELLA DI MONZA VII edizione -15 maggio 2022

Domenica 15 Maggio nello splendido Roseto Niso Fumagalli del Parco di Monza si è svolta a cura di Elisabetta Motta e Antonetta Carrabs la VII edizione de La Bella di Monza organizzata da La Casa della poesia di Monza, manifestazione inserita nel MIRABELLO CULTURA volta a celebrare la rosa all’interno dello splendido Roseto Niso-Fumagalli.

La Bella di Monza VII edizione - roseto
La Bella di Monza VII edizione – roseto

 

Villa Reale vista dal roseto
Villa Reale vista dal roseto – Niso Fumagalli

La visita al roseto è stata guidata daCorrado Beretta, istruttore tecnico direttivo presso il Consorzio della Villa Reale, addetto ai progetti di valorizzazione della Reggia e del Parco. Il Roseto è uno dei più belli d’Italia, realizzato nel1964 per volontà dell’industriale monzese Niso-Fumagalli, appassionato di floricoltura e fondatore dell’Associazione Italiana della Rosa. Attualmente, al suo interno, accoglie più di quattromila varietà di specie. Nel mese di maggio è in piena fioritura e ci regala un piccolo angolo di paradiso coi suoi inebrianti profumi e un tripudio di colori che variano dalle tonalità più accese alle tinte pastello più delicate delle rose antiche. Una fra le prime rose che sboccia è la Rosa chinensis, detta comunemente La Bella di Monza (da cui prende il nome la manifestazione monzese), rosa ibridata all’inizio del XIX secolo da Luigi Villoresi, responsabile dal 1802 al 1823 dei Giardini e del Parco della Villa Reale di Monza.

Corrado Beretta mentre guida il gruppo dei visitatori nel Roseto
Corrado Beretta guida il gruppo dei visitatori

A seguire si è svolto un intrattenimento musicale dell’ensemble Hensen Hitti La selce e l’arco. Paesaggi Sonori per pietre sonanti, oboe, violino e corde lontane, con brani parzialmente improvvisati al momento e volti a cercare evocazioni e rispecchiamenti sonori rispetto al Roseto della Villa Reale. Il gruppo è composto da Pierangelo Pandiscia: liuto, pietre sonore, campane tubolari, conchiglie tromba; Gino Ape: oboe, duduk, conchiglie tromba; Giampaolo Verga: violino.

Gruppo VII edizione la Bella di Monza
Gruppo musicale Hensen Hitti, Tiziano Fratus, Davide Ferrari, Antonetta Carrabs, Elisabetta Motta

Le musiche si sono alternate con letture di testi dedicati alla rosa e alla natura, a cura  dei poeti Davide Ferrari e Tiziano Fratus  da me introdotti.  Sono due poeti legati ad un progetto poetico, artistico e musicale intitolato Le voci della rosa, che conduce il lettore nel modo affascinante di questo fiore che, dai lirici greci del VII secolo fino ai giorni nostri, è stato oggetto di ispirazione per la sua bellezza, il profumo, il colore, ma anche per il suo farsi simbolo di civiltà.

Davide Ferrari ha letto alcuni testi tratti da Tutte le altre rose (effigie, 2021) una raccolta poetica interamente dedicata a questo fiore, scritta in dialetto pavese, una lingua che, come ha scritto Franco Loi nella prefazione «aiuta la rosa a sbocciare»  e che spazia da citazioni letterarie e musicali a ricordi personali.  Per un ulteriore approfondimento in merito alla raccolta si legga lamia  recensione al seguente link:  https://elisabettamotta.it/tutte-le-altre-rose-di-davide-ferrari-effigie-2021

Elisabetta Motta nel Serrone- Reading Le voci della rosa

Tiziano Fratus, autore di numerosi libri di saggistica, meditazione, romanzi dedicati all’alberografia e dendrosofia ha lettoalcuni testi dedicati al tema della natura e alcune poesie tratte da Sogni di un disegnatore di fiori di ciliegi (Aboca, 2020) e in particolare da Arpa di spine. Si tratta un poemetto interamente dedicato alla rosa, che si compone di cinque testi in cui le spine segnano i cinque dolori della vita, come passaggi obbligati di un percorso di conoscenza intellettuale e legato all’amore. Per ulteriori approfondimenti su questa raccolta si consulti il suo sito https://studiohomoradix.com/sogni-di-un-disegnatore-di-fiori-di-ciliegio

Tiziano Fratus e Elisabetta Motta

 

 

 

Condividi:
Share
Posted in In evidenza

Elisabetta Motta View posts by Elisabetta Motta

Sono scrittrice, autrice di articoli, recensioni, interviste e saggi critici sulla poesia contemporanea. Amo l’arte in ogni sua forma, in particolare mi affascina in poesia il binomio parola / segno. Ho avuto la fortuna di incontrare nel corso degli anni alcuni piccoli editori che realizzano libri d’arte e poter collaborare alle loro edizioni con i miei testi critici. Come operatrice culturale organizzo eventi per La Casa della Poesia di Monza (di cui sono Vicepresidente dal 2015) nello splendido scenario della Villa Reale e del parco. Insegno lettere da molti anni in un liceo artistico a dei ragazzi meravigliosi ai quali cerco di trasmettere la mia passione per la poesia e per la bellezza e la convinzione che il lavoro dell’artista è il continuo scavo nel mistero. E di certo continuerò, finché avrò voce e fiato per farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top